Sei in: Home page > Notizie ed Eventi > Tempo libero > Montalto di Castro e la sagra del melone a Pescia Romana

Tempo libero

Montalto di Castro e la sagra del melone a Pescia Romana


Montalto di Castro e la sagra del melone a Pescia Romana

17.07.2015

Piccole piazze, vicoli sovrastati da archi, suggestive mura di cinta nel centro storico; e poi il verde della maremma tosco-laziale, le lunghe spiagge poco distanti e una fresca sagra del melone rendono Montalto di Castro meta ideale per questa calda estate.

 
LA STORIA
Città dalle origini leggendarie (e quindi incerte), appare per la prima volta nei documenti storici alla metà del nono secolo d.C. Durante il Medioevo, quando viene edificato lo scalo portuale, Montalto diventa meta ambita e contesa tra il Papato, il Comune di Roma, le famiglie degli Orsini e dei Prefetti di Vico: le continue battaglie logorano la città che si spopola; soltanto nel Cinquecento tornerà a rifiorire ma per poco, ché nel Seicento è di nuovo completamente disabitata (nonché rasa al suolo dopo le guerre contro Castro). Da allora le vicende di Montalto proseguono alterne, di pari passo con le varie riforme agrarie che tendono a valorizzare (con esiti, appunto alterni), le compagne circostanti.

 
COSA VEDERE
Il Castello Guglielmi, costruito intorno al Quattrocento dagli Orsini, il cui nucleo più antico è costituito dall'imponente torre quadrangolare, oggetto di numerose ristrutturazioni; la chiesa di Santa Croce, con il pregevole ritratto della «Madonna della Vittoria». Fuori del centro storico, in prossimità della via Aurelia, le settecentesche fontane delle Tre Cannelle e del Mascherone; lungo la strada per Marina di Montalto si nota la chiesa di San Sisto, in seguito trasformata in lazzaretto e poi in ospedale.

Fuori città, da vedere il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci, il luogo ideale immergersi nella natura della maremma tosco-laziale e ripercorrere l’affascinante storia dell’antica metropoli etrusca.

Il mare di Pescia Romana, con i suoi otto km di spiagge e acque limpide e pulite, e quello di Marina di Montalto, con attrezzati stabilimenti balneari, una fitta pineta alle spalle di spiagge sabbiose, la torre di vedetta quattrocentesca costruita sugli argini del fiume Fiora e un maestoso ex magazzino del grano. Un paio di km a sud da Marina di Montalto, in località  Punta delle Murelle, affiorano a pochi metri dalla riva i resti del porto etrusco di Regisvillae.

 
COSA FARE
LA Sagra del Melone

A Pescia Romana l’afa si combatte ogni anno con l'estiva Sagra del melone. Dal 16 al 19 luglio nel piccolo borgo maremmano saranno allestiti stand per la degustazione del melone, che vi sarà servito davvero in tutte le salse: se da nord a sud viene utilizzato come antipasto, magari insieme al prosciutto crudo, o per “pulirsi la bocca” alla fine delle portate, a Pescia Romana sarà nelle marmellate, nelle conserve arricchite al peperoncino, nei gelati e perfino in originali piatti salati.


A fare da cornice alla manifestazione saranno come di consueto gli spettacoli musicali, pirotecnici e di cabaret, gli incontri culturali e i banchi della mostra mercato allestita nelle vie del Borgo Vecchio: un piccolo gioiello tutto da scoprire, sorto nel 1700 intorno ad una piccola chiesa edificata dai gesuiti ed intitolata al loro fondatore, Sant’Ignazio.

 
 
COME CI SI ARRIVA
Dal Grande Raccordo Anulare prendere la via Aurelia SS1 e imboccare l’Autostrada A12 per Civitavecchia (superata la quale la strada torna ad essere nuovamente via Aurelia SS1) dopo Civitavecchia proseguire per circa 28 km, svoltare a destra su via Aurelia Grosseto. Montalto di Castro è a circa un km dallo svincolo.

 
PER SAPERNE DI PIÙ
www.comune.montaltodicastro.vt.it
www.fuoriporta.org