Sei in: Home page > Notizie ed Eventi > Documenti > EuroTEST Cantieri: a Roma sufficienza stentata

Documenti

EuroTEST Cantieri: a Roma sufficienza stentata


EuroTEST Cantieri: a Roma sufficienza stentata

28.09.2010

I cantieri stradali di Roma hanno superato di stretta misura il primo EuroTEST sulle criticità procurate alla circolazione stradali dai "lavori in corso": dei cinque esaminati, quattro raggiungono la sufficienza e uno è insoddisfacente.

 

 

Il primo EuroTEST

I cantieri stradali di Roma hanno superato di stretta misura il primo EuroTEST Fia, dedicato dall'ACI e da altri 16 Automobile Club europei a misurare la criticità procurata alla circolazione stradali dai "lavori in corso".

I cinque cantieri esaminati a Roma, sui 57 controllati in 12 città europee (oltre alla nostra Capitale, Amsterdam, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Lubiana, Lussemburgo, Madrid, Monaco, Parigi, Vienna e Zurigo) hanno fatto registrare la valutazione "sufficiente" in quattro casi (via Anastasio II, corso Trieste, via Nazionale e via Livorno), mentre il cantiere situato in viale dei Colli Portuensi è stato giudicato "insoddisfacente".

 

Il cantiere di via dei Colli Portuensi, tra Circonvallazione Gianicolense e Via Luigi Arati) ha fallito il test per una serie di motivi:

  • segnaletica collocata in ritardo rispetto all'area di cantiere, ed in alcuni casi del tutto assente (riduzione del numero di corsie);
  • nessuna informazione sul motivo e sulla durata del cantiere;
  • mancanza di segnaletica orizzontale per delimitare le corsie di marcia;
  • schema delle deviazioni non molto chiaro;
  • corsie molto strette in direzione Circonvallazione Gianicolense;
  • scarsa illuminazione dell'area di cantiere di notte, in direzione Via Luigi Arati.

 

In Europa

Nelle altre città, invece, 3 cantieri hanno ricevuto il giudizio "ottimo", 28 "buono", 21 "sufficiente", 4 "insoddisfacente" e solo una (a Madrid) "scarso". Il migliore in assoluto è stato giudicato quello di Bruxelles su Boulevard de la Grande Ceinture, tra Avenue René Berrewaerts ed Avenue Commandant Vander Meeren, dove tutto è stato trovato in perfette condizioni. In particolare, gli ispettori sono rimasti colpiti dalla buona gestione delle deviazioni di corsia, dall'area di riduzione del numero di corsie supportata da una pannello luminoso a freccia lampeggiante e dotata di barriera anti-urto, da una piazzola di sosta per il trasporto pubblico ed infine dalla presenza di speciali semafori per i veicoli di servizio in entrata ed uscita dalla zona dei lavori.

 

Migliorare la comunicazione

La ricerca evidenzia che c'è un'attenzione nuova e crescente delle amministrazioni locali verso la sicurezza stradale, ma per una circolazione ancora più sostenibile e sicura, è opportuno - secondo EuroTEST - un maggiore impegno delle amministrazioni locali nella cura della segnaletica e delle modalità di gestione delle deviazioni, oltre a una più tempestiva comunicazione ai cittadini, anche attraverso le centrali di infomobilità locale.

Agli automobilisti l'ACI consiglia di informarsi sulle condizioni delle strade. Su questo fronte l'Automobile Club d'Italia è fortemente impegnato in diverse città con l'iniziativa Luce Verde il servizio di infomobilità già operativo anche a Roma e nel Lazio in collaborazione con le Polizie municipali locali, che dà informazione anche sui cantieri in corso.

 

 

Scarica la ricerca (1,2 M)