Sei in: Home page > Notizie ed Eventi > Rapporto ACI-ISTAT, fotografia in chiaroscuro per Roma

Notizie ed Eventi

Rapporto ACI-ISTAT, fotografia in chiaroscuro per Roma


Rapporto ACI-ISTAT, fotografia in chiaroscuro per Roma

14.10.2019

Nella Capitale diminuisce nel complesso il numero di incidenti, ma aumentano i decessi.
Il nuovo Rapporto ACI-ISTAT sugli incidenti stradali nel 2018 tratteggia uno scenario che presenta alcuni campanelli di allarme in tema di sicurezza per Roma. A rischio sono in particolare motociclisti e pedoni, che si confermano tra le categorie di utenti più vulnerabili.

Nel complesso nel 2018 gli incidenti a Roma sono stati 11.995, in calo rispetto all’anno precedente (12.886). Il dato negativo riguarda invece il numero delle vittime che cresce, da 129 nel 2017 a 148 lo scorso anno: tra queste 48 erano motociclisti e 32 automobilisti (34 i centauri e 39 i conducenti di auto che nel 2017 avevano perso la vita). Dati in chiaroscuro, solo parzialmente alleviati dalla diminuzione del numero dei feriti che passa dalle 16.812 unità del 2017 ai 15.551 registrati lo scorso anno. Tra le principali cause di sinistro stradale figurano ancora il mancato rispetto della distanza di sicurezza, la guida distratta e la velocità eccessiva. Giovani tra i 18 e 29 anni e adulti tra i 30 e i 54 le fasce anagrafiche maggiormente coinvolte in incidenti nella Capitale, avvenuti in prevalenza su strade urbane (9.938).